UNITA’ OPERATIVA DIPARTIMENTALE

DI RADIOLOGIA INTERVENTISTICA

 

Direttore U.O.D. di Radiologia Interventistica   DR. GIAMPIERO GUIDO

Documento approvato da:  Dott.ssa Monica Loizzo  esponsabile U.O.S. Qualità ed Accreditamento

 

MISSION

L’Unità Operativa di Radiologia Interventistica è nata nel 2001 e da allora è cresciuta costantemente e progressivamente rispondendo alla continua e rapida evoluzione delle moderne tecniche radiologiche di cui si avvale.

Nell’ambito della Radiologia Interventistica Italiana essa è dalla sua nascita, il centro di riferimento regionale ed uno dei centri di riferimento del meridione in virtù soprattutto, del continuo aggiornamento professionale del personale medico, tecnico e infermieristico.

La mission dell’Unità Operativa è:

”Assicurare la migliore assistenza agli utenti 24 ore su 24, tramite l'organizzazione delle attività nel rispetto dei principi e degli indirizzi aziendali, degli obiettivi e dei criteri definiti nell'ambito del Dipartimento d'appartenenza. Garantire, nel rispetto degli standard professionali e delle linee guida di buona pratica professionale, la produzione delle procedure diagnostiche ed interventistiche radiologiche, con un alto grado di efficacia, di efficienza e di qualità.”

Attualmente l’UOD è sita in locali, adiacenti alla Radiologia Generale, di recente ristrutturazione, che ha consentito  un significativo miglioramento della logistica organizzativa, l’ottimizzazione delle risorse umane, il perfezionamento dei percorsi diagnostico-terapeutici dei pazienti afferenti all’UOD stessa.


VISION

Perfezionamento di particolari tecniche avanzate di indagine radiologica:

Angiografia diagnostica del circolo addominale e toracico con studio del distretto portale nella patologia epato-splenica, per una corretta indicazione della terapia trombo-litica ed agli shunt porto-cavali per via percutanea.

Angiografia diagnostica ed intervenzionale, angiotc ed angioRM nello studio della patologia vascolare, oncologica ed ematologica.

Diagnostica e terapia nel trattamento delle disfunzioni erettili e nel trattamento del varicocele maschile e femminile.

Diagnostica e trattamento della patologia del fegato: 1) patologia oncologica, con chemioembolizzazione loco regionale, 2) ittero ostruttivo,  con endoprotesi percutanee, 3) embolizzazioni portali, pre trapianto.

Trattamento della patologia emorragica bronchiale. In particolare nella malattia fibroso-cistica.

 Trattamento della ipertrofia prostatica, in pazienti con catetere vescicale permanente.

Diagnostica e trattamento della patologia emorroidaria di 1° e 2°

Perfezionamento di alcuni percorsi diagnostico-terapeutici, in particolare quelli inerenti:

Trattamento percutaneo dei fibromi uterini.

Trattamento percutaneo delle metastasi epatiche con irinotecan.

Trattamento della patologia vascolare degli arti inf. nel paziente diabetico

Trattamento dell’ ipertensione reno-vascolare con la denervazione simpatica endovascolare


OBIETTIVI GENERALI

Limitare la migrazione sanitaria per quanto riguarda la diagnostica ed il trattamento endovascolare ed extravascolare di molte patologie .

Potenziare e migliorare l’approccio ai pazienti garantendo percorsi diagnostico-terapeutici condivisi tra le diverse UOC aziendali.

Progettare un sistema di collaborazione regionale, interregionale e nazionale, nel campo della radiologia interventistica.

Attuare con continuità e con tensione costante verso l’eccellenza il principio del miglioramento continuo in tutti i settori in cui si svolgono le attività dell’Unità Operativa.

Realizzare e migliorare i livelli di appropriatezza clinica e gestionale.


OBIETTIVI SPECIFICI

Controllo dell'appropriatezza della richiesta delle prestazioni dei reparti.

Tempi di attesa e refertazione per pazienti ricoverati in altre UU.OO.

Adeguato coinvolgimento del personale dirigente e del comparto al raggiungimento degli obiettivi assegnati.

Invio dati attività del n° prestazioni eseguite per interno per centro di costo

Partecipazione al piano formativo aziendale del personale Dirigente e del Comparto ad almeno un evento nel corso dell’anno.

Migliorare in modo continuo la qualità delle prestazioni e dei livelli essenziali con l’adozione di metodologie nuove.

Incremento n° prestazioni per esterno.

Attivazione ed applicazione o continuazione di percorsi diagnostico- terapeutici-assistenziali condivisi con le altre UU.OO. validati dal Organismo Tecnico Scientifico Aziendale


STAFF

L’organigramma dell’U.O.D. di Radiologia Interventistica utilizzato per tutte le attività svolte è così costituito:

Direttore: Dr. Giampiero Guido

Tel. 0984681499 - Fax 0984681499 – email: g.guido@aocs.it

      Dirigenti Medici:

      Dr. Filardi Leonardo

      Dr. Ferdinando D’ Agostino     

      Dr. Tommaso De Bartolo

      Tel. 0984681530

      Tecnici  Sanitari di Radiologia Medica (TSRM)

Sig. Asclepiade Felicioli

Sig.ra Fabiola De Franco

      Infermieri Professionali

Sig. Luigi Guido

Sig. ra Irene Porco

Sig. Giovanni Oliverio

Sig. Pasquale Boschelli

Segreteria:   Aperta tutti i giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 12,30.  Tel. 0984681527


PRENOTAZIONE PAZIENTI AMBULATORIALI

La prenotazione di tutte le indagini radiologiche avviene tramite l’ufficio CUP (Centro Unico di Prenotazione) dell’Azienda Ospedaliera.

Esiste un canale preferenziale di prenotazione degli esami per i pazienti portatori di:

patologia neoplastica

I pazienti con tali patologie, dopo attenta valutazione del caso specifico, sono prenotati presso l’U.O.D. di Radiologia Interventistica da un radiologo adibito a tale compito, con tempi di attesa molto limitati.


APPARECCHIATURE IN DOTAZIONE:

Attualmente le apparecchiature in dotazione all’U.O.D. di Radiologia interventistica sono le seguenti:

TC Multislice (32 slices) GE

RM Philips 1,5 T ( con le  UOC di Radiologia e Neuroradiologia)

RM Philips Inginia 1,5 T                            

Angiografo Rotazionale Monoplanare GE

Ecografo

L’U.O.D di Radiologia Interventistica utilizza un sistema RIS/PACS che le consente la gestione del flusso, l’archiviazione e la distribuzione di dati ed immagini medicali secondo una logica film-less, che ha favorito una progressiva riduzione del consumo di pellicole radiografiche migliorando nel contempo i tempi di effettuazione dell’intero ciclo di lavoro, dalla prenotazione alla consegna dei referti.


TIPO DI PRESTAZIONI OFFERTE

Inquadramento diagnostico con ANGIO, TC, RM ed ECO di tutte le patologie dell’adulto e del bambino, vascolari ed extravascolari come supporto alla fase interventistica

Radiologia Interventistica

L’ equipe di Radiologia Interventistica esegue numerosi tipi di intervento, con un approccio multidisciplinare che coinvolge le Chirurgie tutte, la Pediatria, la Rianimazione, l’ Ortopedia, l’ Oncologia, il Pronto Soccorso, La Gastroenterologia,  le Medicine, l’ Andrologia e la Ginecologia .

 

Tipo di interventi effettuati:

Sistema arterioso e venoso:

Occlusione endovascolare degli aneurismi .

Trattamento con stent ed angioplastica di stenosi dei vasi arteriosi e venosi del comparto extracranico.

Terapia trombolitica sistemica e trans catetere

Embolizzazione prechirurgica di tumori del distretto toraco-addominale e pelvico.

Embolizzazione di fistole e malformazioni artero-venose.

Embolizzazioni dell’ emorragie gastrointestinali e post-traumatiche

Impianto di filtri cavali

Trattamento endovascolare dell’ embolia polmonare

Trattamento endovascolare delle fistole arterovenose nei pazienti in dialisi

Trattamento della patologia emorroidaria di 1° e 2°

Fegato, vie biliari, milza e pancreas:

Biopsie lesioni epatiche   

Tecniche di terapia antitumorale trans-catetere (Tace, P-Tace, Tae, Radioterapia Intraepatica ( SIRT)

Embolizzazione Portale

TIPS ( Trans-Jugular intrahepatic porto-systemic Shunt )

Embolizzazioni arteria splenica

Colangiografia percutanea, drenaggio delle vie biliari, bilioplastica ed endoprotesi biliari, nella patologia ostruttiva benigna e maligna

Drenaggi di ascessi e pseudocisti pancreatiche, epatiche ed addominali

Apparato Uro-Genitale:

Drenaggio percutaneo di ascessi e raccolte perirenali

Nefrostomia percutanea

Posizionamento stent ureterali

Uretero ed uretroplastica transluminale

Embolizzazioni transarteriose del rene e della vescica, nella patologia emorragica, tumorale etc.

Angioplastica e stent delle arterie renali native e nel rene trapiantato

Embolizzazione fibromiomi uterini

Sclerotizzazione varicocele pelvico nella sindrome da congestione

Trattamento endovascolare con PTA dell’ impotenza

Trattamento del varicocele maschile

Trattamento endovascolare dell’ ipertrofia prostatica e della patologia tumorale benigna della prostata

 Radiologia interventistica del Torace:

Biopsie tc guidata polmone

Embolizzazione nelle emottisi

Toracentesi


I medici radiologi, i TSRM ed il personale infermieristico svolgono la propria attività nelle 12 ore diurne e garantiscono la presenza in pronta disponibilità nella fascia oraria notturna e festiva.

Ogni prestazione viene erogata da un’équipe composta da medico radiologo, infermiere, TSRM ognuno dei quali ha responsabilità specifiche in base alle relative competenze professionali:

Medico radiologo: programmazione, indicazione, effettuazione e refertazione della procedura diagnostica;

TSRM: esecuzione tecnica della procedura radiologica, opera con la supervisione del medico radiologo;

Infermiere: assistenza infermieristica al paziente, collabora con il medico radiologo nella corretta applicazione dei protocolli preparando i materiali necessari allo svolgimento della procedura diagnostica/terapeutica;

Personale ausiliario: non ancora in pianta organica


LINEE DI RICERCA E PIANO FORMATIVO

Il piano delle attività dell’U.O.D. di Radiologia Interventistica e gli obiettivi che si intendono perseguire, in linea con gli obiettivi specifici individuati, vengono concordati annualmente con tutto il personale in una apposita riunione, di cui è conservato regolare verbale.

Da un punto di vista puramente scientifico, nell’ambito dell’U.O., sono stati costituiti dei gruppi di lavoro per patologia.

I principali campi di studio riguardano:

Radiologia interventistica pediatrica;

Tecniche avanzate AngioRM ed angiotc;

radiologia interventistica oncologica;

Patologia infiammatoria-infettiva epatobiliare

Patologia vascolare artero-venosa

Il personale medico afferente ai gruppi di lavoro svolge attività di ricerca bibliografica, aggiornamento dei database delle singole patologie appartenenti al relativo gruppo, nonché analisi dei dati clinici con valutazione delle informazioni radiologiche e relativa estrapolazione di lavori scientifici sottoposti a riviste e congressi nazionali ed internazionali.

Nel perseguimento di una necessità stringente di formazione continua, del lavoro svolto da un singolo gruppo viene reso partecipe il resto del personale medico nel corso di frequenti riunioni su specifiche tematiche.


GLI INDICI DI ATTIVITÀ

Per la valutazione dell’attività della S.D. di Radiologia Interventistica viene effettuato un conteggio periodico ( trimestrale ) con consuntivo annuale del numero di pazienti e del numero di esami effettuati dalle diverse sezioni della Struttura. Tale conteggio, effettuato con i dati rilevati dal sistema RIS/PACS, viene comunicato alla S.C. Flussi Informativi, Programmazione e Controllo di Gestione e alla Direzione Generale che determina gli obiettivi dell’Azienda e verifica la loro attuazione.

Per una effettiva valutazione quantitativa - qualitativa dell’attività svolta è anche necessario tenere conto oltre che del numero anche del “peso” delle prestazioni eseguite, e cioè dell’impegno professionale e del tempo che esse richiedono. A tale scopo si utilizzano gli “Indici di pesatura” stabiliti dalla SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica) utilizzati in ambito nazionale.


SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E RECLAMI

La misura della qualità percepita dal Cliente costituisce la fonte principale per il miglioramento continuo della qualità delle prestazioni erogate.

Per rilevare tale dato la S.D. di Radiologia Interventistica ha predisposto appositi questionari nella sala attesa ed in segreteria mediante i quali il cliente può segnalare,eventualmente anche in forma anonima,il suo grado di soddisfazione o eventuali suggerimenti e reclami riguardo alla qualità del servizio erogato.

 Tali questionari, una volta compilati devono essere inseriti nell’apposite cassette predisposte. Periodicamente viene fatta una raccolta dei questionari compilati ed una valutazione degli stessi eventualmente,congiuntamente con la Direzione Sanitaria.

La misura della soddisfazione del cliente si effettua mediante l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP).

Dall’analisi dei dati si determinano:

La misura del livello di qualità dei servizi percepiti dal Cliente;

La risoluzione di eventuali insoddisfazioni;

Le informazioni utili al miglioramento della qualità del servizio.